TRANSIZIONE 4.0
transizione4.0.jpg
Specialisti si diventa attraverso lo sviluppo di software dedicati

A CHI SI RIVOLGE

Ia Transizione 4.0 è un opportunità a cui possono accedere tutte le aziende.

PROGETTAZIONE 

progettiamo per voi il percorso più sostenibile, in conformità agli standard nazionali e internazionali  

SVILUPPO

Sviluppiamo tutto quanto necessario dall'Hardware al Software idonei per ottenere tutti gli sgravi fiscali.  

TRANSIZIONE 4.0

Il nuovo Piano Nazionale Transizione 4.0 è il primo mattone su cui si fonda il Recovery Fund italiano. L’investimento consiste in circa 24 miliardi di Euro per una misura che diventa strutturale e che vede il potenziamento di tutte le aliquote di detrazione e un importante anticipo dei tempi di fruizione.

Il nuovo Piano Nazionale Transizione 4.0 si pone due obiettivi fondamentali:

  • Stimolare gli investimenti privati;

  • Dare stabilità e certezze alle imprese con misure che hanno effetto da novembre 2020 a giugno 2023.

2.PROGETTAZIONE

Elaborazione in collaborazione con l'azienda cliente delle azioni amministrative e sostanziali per lo sviluppo del progetto di TRANSIZIONE 4.0 con l'integrazione dei nuovi macchinari nel processo produttivo.

4.CHIEDI INFORMAZIONI 

Puoi chiedere informazioni sui software di integrazione e sulle agevolazioni ottenibili.

SPESE AMMISSIBILE

Investimenti effettuati dal 16 novembre 2020 al 31 dicembre 2022, ovvero entro il 30 giugno 2023 a condizione che entro il 31 dicembre 2022 l’ordine sia accettato e vi sia il pagamento di un acconto pari ad almeno il 20% del costo di acquisizione del bene, per:

 

1. Beni strumentali

il cui funzionamento è controllato da sistemi computerizzati o gestito tramite opportuni sensori e azionamenti (macchine utensili; robot, robot collaborativi e sistemi multi‐robot; macchine, strumenti e dispositivi per carico e scarico, movimentazione, pesatura e cernita automatica;

dispositivi di sollevamento e manipolazione automatizzati;

AGV e sistemi di convogliamento e movimentazione flessibili;

 

magazzini automatizzati. Per differenziare le “macchine 4.0” (iper ammortizzate) da quelle standard (super ammortizzate) devono essere rispettati 5 criteri obbligatori e 2 aggiuntivi (c.d. 5+2);

 

2. Sistemi per l'assicurazione della qualità e della sostenibilità (sistemi di misura; monitoraggio; marcatura e tracciabilità; etichettatura, identificazione o marcatura; filtri e sistemi di trattamento e recupero di acqua, aria, olio, sostanze chimiche, polveri con sistemi di segnalazione);

 

3. Dispositivi per l'interazione uomo macchina e per il miglioramento dell'ergonomia e della sicurezza del posto di lavoro in logica "4.0" (banchi e postazioni di lavoro; sollevamento-traslazione;  dispositivi wearable, apparecchiature di comunicazione; dispositivi di realtà aumentata e virtual reality; HMI)

Beni immateriali, software, sistemi e system integration, piattaforme e applicazioni

connessi a investimenti in beni materiali "Industria 4.0" (sistemi EDM, PDM, PLM, Big Data Analytics; sistemi di comunicazione intra‐fabbrica, bus di campo/ fieldbus, sistemi SCADA, sistemi MES, sistemi CMMS;

 

soluzioni innovative con caratteristiche riconducibili ai paradigmi dell'IoT e/o del cloud computing);

 

Industrial Internet of Things (cybersystem e cybersecurity).

 

Dal 16 novembre 2020 sono ammessi anche beni immateriali ordinari:

software non 4.0 con maggiorazione in caso di strumenti e dispositivi tecnologici per lo smart working.

Nuovi modi di pensare all'infrastruttura intelligente

Collaboriamo con nostri clienti e partner per creare un ecosistema che risponda in modo intuitivo alle esigenze delle persone e aiuti i clienti a raggiungere i loro obiettivi di business nel modo più sostenibile.

Nella sezione Finanza è possibile richiedere una consulenza specifica riferita alle modalità di acquisto dei nostri servizi e delle modalità di Leasing operativo attivate da SAF&P.